Abbattimento
Etilene

Conserva la freschezza dei tuoi prodotti più a lungo abbattendo l'etilene

L’etilene è un gas naturale emesso da frutta e verdura, che ne accelera il deperimento. La tecnologia fotocatalitica a base di biossido di titanio offre una soluzione innovativa per contrastare questo problema.

Il procedimento di funzionamento è semplice.

L’aria all’interno dei locali di stoccaggio viene fatta passare attraverso un filtro fotocatalitico; la luce attiva il biossido di titanio, che degrada le molecole di etilene presenti nell’aria.

In questo modo, si elimina l’etilene e si rallenta il processo di maturazione dei prodotti ortofrutticoli.

Un risultato che si ottiene con un semplice ricircolo interno di aria, senza far uso di sostanze chimiche e con una minima quantità di energia, un investimento che si ripaga nel tempo grazie al prolungamento della vita utile dei prodotti e alla riduzione degli sprechi. 

L’abbattimento dell’etilene con la filtrazione fotocatalitica porta diversi vantaggi:

  • Allunga la vita utile di frutta e verdura, riducendo gli sprechi alimentari e aumentando i profitti.
  • Non utilizza sostanze chimiche, garantendo un processo sicuro e rispettoso dell’ambiente.
  • Richiede un minimo consumo di energia, rendendolo una soluzione efficiente e conveniente.

L’ideale per i professionisti del fresco che desiderano ottimizzare la conservazione dei loro prodotti.

Il processo di degrado dei vegetali

L’abbattimento dell’etilene dall’aria dei locali di stoccaggio è un metodo poco costoso (e che non prevede uso di sostanze chimiche) per prolungare la shelf life dei prodotti vegetali.

Il fenomeno della maturazione è infatti indotto dall’etilene, definito anche “ormone della maturazione”, ed è legato ai livelli di respirazione dei tessuti vegetali e alla produzione di etilene che aumentano indipendentemente dall’essere sulla pianta oppure no.

L’etilene è un gas leggero (C2H4) che a contatto con l’ossigeno si scinde in anidride carbonica (C02) ed acqua e produce calore. Può essere prodotto da tutti gli organi della pianta, si diffonde facilmente nei tessuti e si disperde nell’aria.

Frutti climaterici e non climaterici:
come l'etilene influenza la conservazione

I frutti si distinguono in due categorie in base al loro comportamento dopo la raccolta:

  • Frutti climaterici: continuano a maturare anche dopo essere stati staccati dalla pianta. Esempi: banane, mele, pomodori, avocado.
  • Frutti non climaterici: cessano di maturare dopo la raccolta. Esempi: agrumi, uva, fragole, peperoni.

L’etilene, un gas naturale emesso da alcuni frutti, gioca un ruolo chiave nella maturazione.

Nei frutti climaterici, l’etilene accelera il processo di maturazione, favorendo la decomposizione dell’amido in zuccheri, l’ammorbidimento della polpa e lo sviluppo del colore e del profumo.

Nei frutti non climaterici, l’etilene ha un effetto minimo o nullo sulla maturazione.

Climaterici
anguria albicocche avocado banane cachi fichi kiwi mango mele meloni papaya pere pesche pomodori prugna
Non climaterici
arancia ciliegie cetrioli fragole lamponi limoni melagrana melanzana mirtilli more olive peperoni pompelmo uva zucca
Previous slide
Next slide

Pertanto, l’etilene può accelerare la maturazione dei frutti climaterici se viene aggiunto artificialmente (ad esempio nel caso di frutta esotica importata ancora acerba); oppure può rallentare la maturazione, se ridotto dall’ambiente di stoccaggio.

L’abbattimento dell’etilene può essere ottenuto attraverso:

  • Ventilazione: un buon ricambio d’aria aiuta a diluire l’etilene.
  • Assorbitori di etilene: esistono prodotti a base di composti naturali che catturano e neutralizzano l’etilene.
  • Tecnologie di abbattimento dell’etilene: sistemi che degradano l’etilene in composti inerti, come la fotocatalisi a base di biossido di titanio.

dal blog

emissioni in atmosfera
FILTRAZIONE FOTOCATALITICA

Abbattimento Solventi

Case Study di un impianto di abbattimento solventi con filtri fotocatalitici al biossido di titanio installato presso una industria cartografica di rilevanza europea.

Leggi Tutto »
Odori
FILTRAZIONE FOTOCATALITICA

Odor abatement: types and methods

Odor abatement is the process of reducing or eliminating unpleasant odors from an environment.

The perception of a bad odor should not be underestimated because it may not relate exclusively to the well-being aspect, namely perceived annoyance, but could be indicative of the presence of a pollutant in the air and therefore harmful to health.

Leggi Tutto »

Depurex progetta e produce filtri fotocatalitici trattati al biossido di titanio per l’abbattimento di composti organici volatili, di cattivi odori e la sanificazione dell’aria da virus e batteri.